14 motivi per cui Mobike e il suo marketing perfetto stanno conquistando il mondo

Quando sono arrivato a Bologna, con l’arrivo delle belle giornate di sole ho pensato che avrei dovuto acquistare una bicicletta. Tuttavia, ho sempre rimandato per un motivo (“che tipo di bicicletta voglio?”) o per un altro (“se la compro super accessoriata come piace a me, lasciandola per strada potrebbe sparirmi”).

I mesi passano e a fine Giugno il mio coinquilino rientra a casa gridando “Rocco, che figata! Sono tornato con la Mobike. Un servizio incredibile“. Mi spiega in pochi secondi che aveva percorso 4 km grazie a questo servizio e che si era risparmiato il tempo di attesa dell’autobus e di tutte le fermate della linea.

Galeotto fu il meccanismo di attenzione selettiva del cervello…

Forse non ci avevo mai fatto caso ma poco dopo, uscendo di casa, ho iniziato a vedere biciclette arancioni ovunque: sui marciapiedi, agli angoli delle strade, nei parcheggi. Insomma, ero circondato da veicoli arancioni! Sì, c’è di mezzo il meccanismo di attenzione selettiva visiva del cervello, ma questo non fa che giocare a favore del brand Mobike e il suo ufficio marketing lo sa molto bene…

Non perdo neanche un minuto ed elimino tutti i file che occupano la memoria del mio cellulare: scarico subito l’App. In una manciata di minuti avevo già ricaricato il conto (sono bastati 5 euro) ed ero in sella per provare il servizio.

Mi ritrovo incredibilmente soddisfatto e subito penso “forse l’abbonamento del bus non lo faccio per Luglio. A lavoro ci vado in Mobike“. Non penso vi stupisca il fatto che da quel giorno vado e torno da lavoro usufruendo di questo servizio, con un netto risparmio di denaro rispetto all’abbonamento del bus, parliamo infatti di €9.90 al mese contro €36,00.

Una comodità che diventa abitudine, come marketing insegna

È diventata un’abitudine prendere, lasciare e riprendere – in qualsiasi posto e a qualsiasi orario – la bici (senza il bisogno di cercarla sulla Mappa perché ce ne sono tantissime) e ritrovarmi a parlare con tutti, con molto entusiasmo, di questo nuovo dettaglio della mia quotidianità. Addirittura, ho fatto scaricare l’applicazione anche ad Alice e Carlotta, CFO e CEO della mia azienda!

Vi dirò di più, ho iniziato a postare nelle Instastories del mio profilo Instagram alcuni screenshot di quest’App in cui mostravo – soddisfatto -di aver percorso già 58,8 km, evitando l’emissione di 7,1 Kg di Carbonio e bruciando 3793 Calorie (Forse quest’ultimo dato è il meno rilevante per me). Il tutto ovviamente con l’hashtag #MobikeMovement. Vi suona qualcosa?

Cos’è Mobike e perché mi ha conquistato così velocemente

È un servizio di bike sharing che consente di spostarti in città – quando vuoi e nelle zone autorizzate – mixando innovazione e tecnologia. Mobike si definisce una bici che è “ecologica, riduce il traffico e si batte costantemente per migliorare la qualità della vita cittadina”.

Ma allora, perchè un semplice servizio è riuscito a conquistarmi così velocemente, entusiasmandomi così tanto? Ci ho riflettuto a mente fredda e ora posso spiegartelo.

  1. Servizio estremamente semplice ed efficace. Ti basta scaricare l’App dal tuo Playstore e in poche mosse sei già pronto per sbloccare il lucchetto della bici, scansionando il codice QR. A fine corsa, puoi lasciarla dove vuoi – nelle zone autorizzate – semplicemente chiudendo il lucchetto. La semplicità è un elemento fondamentale per la riuscita di un prodotto o servizio!
  2. Pagamento sicuro. Non c’è bisogno di collegare la tua carta di credito se non per ricaricare il tuo portafoglio virtuale con la somma che desideri. Anche qui, Mobike lavora sul pain della sicurezza per attirare a sé ancora più utenti
  3. Costo irrisorio. Per una corsa di 30 minuti il costo è di soli 0,30 centesimi. Con i 5 euro iniziali ho fatto più di 15 corse e poi ho deciso di optare per l’abbonamento di 9,90 euro per 30 giorni con cui ho corse gratuite illimitate per le prime 2 ore di ciascuna corsa ed è valido ovunque in Italia (per me che amo viaggiare, è molto conveniente). Mobike di certo guadagna grazie alla quantità di mezzi disponibili
  4. Reperibilità biciclette. Le biciclette le trovi praticamente in ogni zona della città, senza sforzo. Se proprio non riesci a trovarla, puoi utilizzare la mappa per individuare la più vicina a te e prenotarla per 15 minuti per non correre il rischio di non trovarla più. Anche qui torniamo alla semplicità
  5. Comodità. Viaggiare con Mobike è confortevole perché: ha 3 marce, puoi regolare la sella attraverso una semplicissima levetta ed è dotata di un cestello anteriore (comodo per uno zaino o una borsa).
  6. Appartenenza a community. Mobike è stato in grado di creare un vero e proprio movimento. Esistono ormai delle community di persone che utilizzano hasthag come #mobikemovement o #mobikeIt per identificarsi in questo vero e proprio stile di vita. Oltre agli hasthag creati appositamente dall’account ufficiale di Mobike Global per partecipare campagne mondiali, e quelli maggiormente utilizzati, è possibile utilizzare gli hasthag per ognuna delle 8 città Mobiker italiane. Ovviamente, è possibile farlo anche all’estero visto che sono più di 200 le città mobiker nel mondo. Dulcis in fundo, dal Sito Web puoi ottenere le News su Mobike di tutto il mondo!
  7. Reportistica dettagliata di ogni corsa effettuata. A fine corsa, è interessante rendersi conto dei Km percorsi, del tempo impiegato, delle calorie bruciate, dei Kg di Carbonio risparmiati. Inoltre, esiste anche una sezione con tutti i viaggi effettuati divisi per giornate e fasce orarie! La gamification è di casa, ne parlo nel punto successivo…
  8. Fidelizzazione. Nel tuo profilo, trovi il punteggio Mobike: un sistema di punti diviso in 5 categorie che vanno da 0 a 1000 punti che prende in considerazione l’utilizzo quotidiano della bicicletta, le abitudini e i comportamenti (rispetto delle norme di circolazione, utilizzo regolare della piattaforma, rispetto per le biciclette, utilizzo dei parcheggi specifici Mobike Preferred Location – MPL). Un punteggio più alto indica che sei un ottimo utente e l’accumulo dei punti ti dà diritto ad accedere a un maggior numero di servizi e agevolazioni come la riduzione delle tariffe per ogni corsa. Se assumi un comportamento negativo, il tuo punteggio diminuirà. Inoltre, hai diritto a coupon, promozioni e corse gratuite se ad esempio inviti i tuoi amici. Ottimo esempio di gamification e nudging, in cui con una piccola “spintarella gentile” il marketing di Mobike ci fa fare i suoi interessi 😉
  9. Possibilità di condivisione sui Social network. Ci piace condividere quello che facciamo, se l’azione che compiamo influenza positivamente la nostra immagine. Sono presenti su 5 canali social: Facebook, Twitter, Instagram, Linkedin e Youtube
  10. Mera esposizione. Quasi ogni giorno, mentre sono in bici, la gente ormai tempestata da questi veicoli arancioni (ottima psicologia dei colori) mi chiede come l’abbia sbloccata e come funziona (addirittura un signore di mezza età – in corsa con la propria bici – mi ha dato il cellulare per scaricargli l’applicazione e spiegargli come si utilizzava).
  11. Eventi Mobike. Ad esempio, a Natale 2017 è stato organizzato il Mobike Santa in moltissime città del mondo: prendendo una Mobike indossando il cappello regalato dal servizio e scattando una foto con l’hashtag #Mobikesanta potevi rientrare tra i possibili vincitori di un anno gratuito di servizio!
  12. Mission: ridurre traffico e impatto ambientale e miglioramento della qualità di vita
  13. Passaparola positivo: impossibile non parlarne bene, impossibile non parlarne dato che sono praticamente ovunque
  14. Guida utente presente nell’App e nel sito web ufficiale per ogni chiarimento, anche se il funzionamento di per sé è già semplicissimo

Il marketing di Mobike è un esempio di successo da imitare

Se non ti è bastato questo articolo sul marketing di Mobike, fai un giro per Bologna e avrai modo di vedere con i tuoi occhi quanto sia geniale e ben strutturato. La sensazione di sicurezza, la semplicità d’uso, le chiazze di arancione che ti ricordano di continuo che potresti usare una Mobike, la community con tanto di hashtag. Si tratta di un concreto, consistente esempio di marketing mix in cui nulla è stato lasciato al caso.

E il tuo marketing è efficace come quello di Mobike o lo può essere in tempi brevi? Possiamo valutarlo insieme, puoi raggiungere i nostri Rebranding Headquarters anche in Mobike 😉

Vieni a trovarci