Restyling per logo e packaging Levissima, rebranding per Sanpellegrino SpA

Hai notato il restyling Levissima? Da un po’ di tempo sto seguendo i movimenti di Sanpellegrino SpA, che mi aveva colpita con la campagna #everydayclimbers per Levissima e alcune interessanti mosse in favore dell’ambiente, come ORIGIN Materials, ampiamente descritta in questo comunicato stampa ufficiale. Poi ieri mi è arrivata sulla scrivania una bottiglia di acqua Levissima e – notando il restyling del logo e del packaging – ho dedotto che le mie intuizioni erano corrette.

Tutto fa pensare a un’azienda che spiega le vele in direzione di un riposizionamento di marca che veicoli in modo più forte il concetto di attenzione all’ambiente e che si sposta gradualmente verso una fascia più alta.

Quest’ultima intenzione la deduco principalmente dal restyling del logo Levissima:

  1. Estetica generale: l’etichetta da bianca diventa trasparente, viene rimosso lo sfondo sfumato, sostituito dal logotipo che viene sovrastato da un pittogramma che rappresenta una cima innevata
  2. Struttura: Logotipo, pittogramma, payoff (“Dalle Alpi Italiane”) e tipologia di acqua (Naturale) vengono raggruppati con ordine davanti alla montagna che da elemento di primo piano diventa sfondo, lasciando spazio agli stilemi di marca
  3. Gamma cromatica: viene eliminato il vecchio verde foresta, sostituito da un più raffinato verde bottiglia scuro, utilizzato anche nel tappo
  4. Resa estetica: più ordine, leggerezza (etichetta trasparente) e un logo di colore scuro generano un effetto complessivo molto più high-cost rispetto al passato, collocando in automatico il prodotto in una fascia più premium, come anche confermato nel comunicato stampa ufficiale.

Altri dettagli del restyling packaging su cui riflettere (in bene e in male):

  1. Strategico l’arricchimento del box riservato al numero verde, che ora include anche l’hashtag ufficiale #EverydayClimbers e il sito web, oltre a un invito all’azione molto esplicito sopra il box stesso che recita “Contact us now”
  2. Sotto una versione del logo priva di sfondo, viene rinforzata l’identità del prodotto con il vecchio payoff “Gusto puro e di montagna“,
  3. Molto bello il testo con cui viene rinforzato il posizionamento: “Levissima è un dono della natura che si rinnova grazie al naturale ciclo dell’acqua in alta montagna […]“, già presente nel vecchio packaging
  4. Viene ricalcata anche l’attenzione all’ambiente con un perentorio “100% riciclabile”, anche se ritengo più efficace la vecchia versione in cui a un elemento così importante veniva dedicato un box apposta. Come nel caso della tabella contenente l’analisi fisico-chimica. L’impressione è di avere assecondato l’estetica a discapito dell’efficacia comunicativa. In questo caso andrebbe valutata anche l’abitudinarietà del consumatore, che se ha imparato a leggere una struttura tabellare per un rapido confronto, potrebbe trovarsi spaesato di fronte a un muro di testo
  5. Stupendo il codice a barre sagomato a forma di montagna

 

Complessivamente un packaging restyling di notevole pregio estetico, ma noi rimaniamo sintonizzati sulle evoluzioni complessive del rebranding di Sanpellegrino Spa.

Vieni a trovarci